La Frequenza Cardiaca a Riposo indica il tuo Stato di Salute Attuale e Futuro

Uno dei modi più semplici e forse più efficaci per valutare la tua salute può essere eseguito in 30 secondi con due dita. Misurare la frequenza cardiaca a riposo ( RHR ), ovvero il numero di battiti cardiaci al minuto quando si è a riposo, permette di fare un’istantanea in tempo reale di come funziona il tuo cuore.

È facile da fare. Metti il dito indice e il dito medio sul polso appena sotto il pollice, o lungo entrambi i lati del collo, in modo da poter sentire le tue pulsazioni.

Utilizza un orologio per contare il numero di battiti per 30 secondi e raddoppiarli per ottenere i battiti al minuto. Ripeti alcune volte per garantire una misurazione accurata. Una frequenza cardiaca a riposo compresa tra 60 e 100 battiti al minuto è considerata normale per gli adulti.

Frequenza cardiaca a riposo

I numeri della frequenza cardiaca a riposo

La tua frequenza cardiaca a riposo RHR ( resting heart rate ), considerata nel contesto di altri marcatori, come la pressione sanguigna e il colesterolo, può aiutare a individuare i possibili problemi di salute e valutare la tua salute attuale del cuore.

In alcuni casi, un RHR più bassa può significare un più elevato grado di idoneità fisica, associato a probabilità ridotte di eventi cardiaci negativi come attacchi di cuore,

afferma il dottor Jason Wasfy, del Massachusetts General Hospital di Harvard.

un’alta frequenza cardiaca a riposo potrebbe essere un segno di un aumento di qualche rischio cardiaco in alcune situazioni. I battiti aumentati del cuore hanno anche un costo addizionale per le sue funzioni complessive.

Attenzione ai battiti del cuore

Una frequenza cardiaca ideale dovrebbe essere tra i 50 e i 70 battiti per minuto ( bpm ).

La ricerca ha scoperto che una frequenza cardiaca a riposo vicino ai picchi del range che va da  60 ai 100 battiti, può aumentare il rischio di malattie cardiovascolari e persino di morte precoce.

Ad esempio, uno studio del 2013 sulla rivista Heart ha monitorato la salute cardiovascolare di circa 3.000 uomini per 16 anni. Si è scoperto che un elevata RHR era legata ad una minore idoneità fisica. Battiti più veloci si avevano con alta pressione del sangue e problemi di peso corporeo; si presentavano anche con elevati livelli di grassi sanguigni. I ricercatori hanno anche scoperto che più è elevata la frequenza cardiaca a riposo di una persona, maggiore è il rischio di morte prematura.

In particolare, una RHR tra 81 e 90 raddoppia la probabilità di morte, mentre un RHR maggiore di 90 la triplica.

Una bassa frequenza cardiaca a riposo spesso suggerisce una maggiore idoneità fisica. Alcune situazioni però possono rendere il battito cardiaco a riposo, troppo basso.

Si possono quindi presentare occasionali vertigini o stanchezza. Potrebbe essere presente un malfunzionamento del nodo del seno che rallenta la frequenza cardiaca dovuta ad invecchiamento dei tessuti.

Un abbassamento importante del battito cardiaco a riposo inoltre, può essere correlato ad un’importante attività atletica. L’attività sportiva crea sul muscolo cardiaco profondi adattamenti cardiocircolatori. Di solito la frequenza cardiaca degli atleti di resistenza è molto bassa .

Controllare frequentemente la frequenza cardiaca

Gli specialisti di Harvard raccomandano di controllare la  RHR poche volte alla settimana e in momenti diversi del giorno. Tieni presente che il numero di battiti cardiaci può essere influenzato da molti fattori. Lo stress e l’ansia; gli ormoni in circolo nel corpo; i farmaci come antidepressivi o per la pressione sanguigna possono alterare i battiti del cuore.

Consulta il tuo medico se la frequenza cardiaca a riposo è regolarmente alta. Se questa è all’interno del range normale o leggermente alta, ci sono modi per abbassarla e mantenerla entro una forbice appropriata.

Un esempio è mantenere i livelli del colesterolo sotto controllo. Alti livelli riducono il flusso sanguigno attraverso le arterie e danneggiano i vasi sanguigni. Un impedimento del flusso ematico può generare un aumento dell’attività cardiaca. Il cuore si sforzerà maggiormente di portare il sangue in tutto il corpo.

Anche abbassare i livelli di cortisolo può essere un buon modo per diminuire lo stress dell’organismo e i battiti cardiaci.

Un altro modo affidabile per abbassare la tua frequenza cardiaca a riposo è quello di fare movimento .

Anche piccole quantità di esercizio possono fare un cambiamento

Tuttavia, l’intensità dell’esercizio è fondamentale. Uno studio , che ha coinvolto adulti di 55 anni, ha rilevato che solo un’ora alla settimana di allenamento aerobico ad alta intensità (circa il 66% dello sforzo massimale) abbia ridotto la frequenza cardiaca a riposo in modo più efficace.  Lo sforzo a bassa intensità (33% dello sforzo massimo) si è rivelato meno rilevante per abbassare i battiti a riposo.

Articolo adattato dalla fonte .

Frequenza Cardiaca a Riposo indica il tuo Stato di Salute Attuale e Futuro
5 (100%) 9 votes

Le persone stanno anche leggendo