Gli enzimi proteolitici sono anche chiamati proteasi. Nel nostro corpo questi enzimi hanno la funzione di scindere le proteine ​​ingerite nei loro componenti di base, gli amminoacidi. Questi enzimi entrano nell’apparato digerente e poi passano attraverso lo stomaco o l’intestino per entrare nel tuo sistema circolatorio e spostarsi per tutto il corpo. Sono enzimi che aiutano a recuperare dall’esercizio fisico; sembrano alleviare i sintomi dolorosi dell’artrite reumatoide e a coadiuvare la digestione del cibo per chi ha problemi digestivi.

quali sono i benefici degli enzimi proteolitici

Giocatore di calcetto infortunato al ginocchio.

Infortuni sportivi

Gli enzimi proteolitici hanno proprietà antinfiammatorie. Si rivelano efficaci nel trattamento degli infortuni sportivi . Contrastano l’infiammazione che si scatena a seguito di un infortunio. Secondo uno studio della Elon University pubblicato sul Journal of Sports Sciences, gli enzimi proteolitici possono aiutare un atleta a guarire più velocemente [ 1 ]. In altri studi i risultati sugli enzimi sono stati inconcludenti, sebbene per studi più piccoli si affermi che:

il trattamento con delle combinazioni di enzimi proteolitici accelera significativamente il recupero.

Artrite e stati infiammatori

Quando il corpo soffre di una malattia infiammatoria come l’artrite reumatoide, gli enzimi della proteasi possono aiutare a scindere i complessi immunitari formati a seguito della condizione. Tra le azioni importanti degli enzimi proteolitici c’è un aumento della potenza delle cellule “natural killer”. Gli enzimi proteolitici (che distruggono le proteine) degradano anche i complessi patogeni. Questi possono inibire la normale funzione immunitaria. Sebbene questi agglomerati patogeni siano una parte normale della risposta immunitaria, un eccesso può causare alcune malattie renali; infiammazioni nervose e un numero di malattie reumatologiche, tra cui  proprio l’artrite reumatoide.

Trattamento per il cancro

I nutrienti in alcuni enzimi proteolitici hanno anche dimostrato di essere utili nella prevenzione del cancro del colon . La fibra in alcuni alimenti come la papaia o l’ananas è in grado di legarsi alle tossine che causano il cancro nel colon. Vengono perciò tenute lontane dalle cellule sane. Inoltre, il folato di papaia, la vitamina C, il beta-carotene e la vitamina E sono stati associati a un ridotto rischio di cancro al colon.

Enzimi Proteolitici: Quali Sono I Benefici?
4.8 (95.56%) 9 votes

Commenta con Facebook