Oggi ti mostro come fare il latte di mandorle in casa e prepararlo velocemente.  E’ una bevanda leggera e sana che prevede l’iniziale infusione delle mandorle . Ha la consistenza simile al latte vaccino . Non contiene glutine, è senza lattosio e senza colesterolo. Ciò nonostante questa bevanda vegetale è ricca di vitamine e minerali con un elevato contenuto di calcio.

Processo per fare il latte di mandorla

Come fare il latte di mandorle è in realtà un processo molto conosciuto, usato fin da prima del Medioevo. Lo abbiamo inserito tra i prodotti agroalimentari tradizionali italiani. E’ infatti parte delle nostre origini culinarie, bevanda tipica Siciliana poi diffusasi in Calabria, Basilicata, Puglia e Campania.

Il processo consiste essenzialmente nell‘immergere le mandorle in acqua a temperatura ambiente per una notte o per un massimo di due giorni. Più rimangono le mandorle in ammollo, più il prodotto risulterà cremoso.

Come fare il latte di mandorle in casa

Come fare il latte di mandorle in casa

Si scolano e si sciacquano dal loro liquido di ammollo (qualcuno la utilizza, io no, ma ti spiego sotto il perché) e si macinano con acqua fresca. Il liquido risultante da triturazione, liberato dalla polpa di mandorla tramite colino o telo da cucina, è il latte di mandorla.

Il vero latte di mandorla è una bibita fresca e molto gustosa. E’ senza lattosio e senza glutine perché è solo prodotto da mandorle. Ti posso dire che a furia di farlo riesce sempre meglio.

Il latte di mandorla homemade dura solo pochi giorni ( 3 o 4 ) nel frigorifero, quindi producine della quantità tale da bere in questo periodo di tempo. Potresti riscaldare il latte di mandorla per ottenere una pastorizzazione e prolungare la durata di conservazione, ma allora non avrebbe senso auto produrselo per mantenere integre tutte le sue proprietà. Preciso che anche i latti vegetali ottenuti da altra frutta secca hanno  durata di conservazione ridotta.

Il processo di macinazione e centrifugazione del latte di mandorla richiede solo pochi minuti.

Come fare il latte di mandorle: preparazione

Latte di mandorle preparazione

Latte di mandorle preparazione

Puoi iniziare con un rapporto di 1 tazza di mandorle e 2 tazze di acqua, quando prepari il latte vegetale. Questo renderà la tua bevanda approssimativamente simile alla consistenza del latte vaccino. Se vuoi un latte maggiormente liquido e trasparente, usa più acqua; per un latte denso e corposo, usane meno.

Puoi preparare il latte di mandorla con un mixer o con il robot da cucina.  Con entrambi gli strumenti si hanno buoni risultati. Personalmente preferisco il latte fatto nel frullatore. Mi sembra migliore: la sua struttura è setosa e un sapore lievemente dolce.

Latte di mandorle ricetta

Il latte prodotto con il robot risulta spesso di consistenza e talvolta si presenta ancora granuloso. Anche il sapore può risultare decisamente marcato.

Visivamente le differenze non si notano! Se hai sia frullatore che robot da cucina, prova a produrre questa bibita nei due modi per vedere quale preferisci.

Filtrare il latte di mandorle

Fatte le giuste premesse per la preparazione, ora andiamo a vedere la vera e propria operazione. Scoprirai che creare da sè la propria bevanda bio di mandorle è sorprendentemente facile!

Ricetta latte di mandorle fatto in casa

Ricetta per preparare il latte di mandorla

Ecco la ricetta con le quantità per 2 bicchieri abbondanti.

Quello che ti serve

Ingredienti: 

  • 1 tazza di mandorle crude, preferibilmente bio;
  • 2 tazze d’acqua;
  • dolcificanti come miele, zucchero, sciroppo di agave, stevia o sciroppo d’acero, a piacere.

Attrezzatura

  • Ciotola;
  • Colino o telo da cucina o carta filtro oppure una garza;
  • Mixer o Robot da Cucina;
  • Imbuto;
  • Una bottiglia con tappo.

Istruzioni per fare il latte di mandorla in casa

  1. Immergi le mandorle in acqua per 1 notte o fino a 2 giorni. 

    Mettete le mandorle in una ciotola e coprile con circa 2 o 3 dita d’acqua. Man mano che assorbono l’acqua, gonfiano. Lasciale coperte con un panno durante la notte e in frigorifero per un massimo di 2 giorni. Più a lungo stanno a bagno, maggiormente cremoso sarà il latte di mandorla.

  2. Scola e sciacqua le mandorle. 

    Liberale dal loro liquido di ammollo e sciacquale accuratamente sotto acqua corrente fresca. A questo punto , tenendo una mandorla tra due dita e facendo leggera pressione, dovresti sentirla un po’ appiccicosa e morbida. (È meglio scartare l’acqua di ammollo perché contiene acido fitico, che inibisce la capacità del corpo di assorbire i nutrienti).

  3. Unisci le mandorle e l’acqua in un frullatore. 

    Metti le mandorle nel frullatore e coprile con 2 tazze di acqua.

  4. Miscela alla massima velocità per 2 minuti. 

    Inizia a frullare lentamente per rompere meglio le mandorle, poi al massimo dei giri, per due minuti. Devono essere sminuzzate in un impasto molto fine e l’acqua diventa di colore bianco e opaca. (Se utilizzi un robot da cucina, procedi per un totale di 4 minuti, fermandoti ogni tanto a raschiare i lati dello strumento).

  5. Filtra le mandorle. 

    Versa il contenuto su un panno filtrante o un colino a maglie piccole, avendo cura di aver posizionato sotto un contenitore.

  6. Pressa l’impasto per ottenere maggior liquido possibile.

    Spremi con le mani pulite per estrarre più latte di mandorla possibile. Dovresti ottenerne circa 2 bicchieri. (Vedi le note sulla ricetta per sapere cosa fare con l’impasto di mandorla rimanente).

  7. Gusta a piacere. 

    Assaggia il latte di mandorla e, se desideri una bevanda ulteriormente dolce, aggiungi un dolcificante a piacere.

  8. Conserva il latte di mandorla nel frigorifero. 

    Conserva il latte in un contenitore sigillato in frigorifero per un massimo di due / tre giorni.

Latte di mandorle bio fatto in casa ricetta

Note sulla ricetta

  • Come utilizzare l’impasto di mandorle rimasto: la polpa di mandorle rimanente può essere utilizzata in molte ricette dolci e salate. Aggiunta alla farina d’avena, a un porridge di avena, a uno smoothie o all’impasto per i muffin così come è. Volendo potete spargerlo su della carta da forno e cuocerlo nella parte bassa del forno fino a quando sia asciutto completamente (da 2 a 3 ore). L’impasto secco di mandorle può essere conservato e congelato per diversi mesi e utilizzato in prodotti da forno o come panatura.

Qualche trucchetto finale

Un’alternativa golosa e sana per dolcificare il tuo latte di mandorla può essere quella di aggiungere uno o due cucchiaini di concentrato di datteri.

Potresti anche utilizzare uno o due datteri da frullare assieme alle mandorle, aumenteresti la carica energetica della tua bevanda vegetale e poi, i datteri sono zuccheri sani !

L’impasto di mandorle rimanente dall’operazione di filtraggio, una volta asciugato puoi macinarlo finemente per essere usato come farina di mandorle. Ho sentito dire che qualcuno lo mette nel macinino da caffè per fare un buon lavoro. Questo procedimento può essere usato anche per il meno popolare ma altrettanto gustoso e sano latte di nocciole .

Sconsiglio vivamente l’uso di filtri da caffè per filtrare il liquido: un disastro!

Puoi aggiungere al tuo latte di mandorla anche della cannella o vaniglia, dà quel gusto in più.

Se vuoi aumentare le quantità di prodotto, usa 200 grammi di mandorle per un litro di acqua.

Se cerchi dei filtri per facilitare il lavoro nel fare il latte di mandorla o un altro latte vegetale ( per esempio di pistacchio), in commercio se ne trovano. Qui sotto eccone qualcuno:


Se ti va di condividere ricette o qualche trucco interessante da te utilizzato per fare il tuo latte di mandorla in casa, scrivilo pure nei commenti. Buona bevuta!

Come fare il Latte di mandorle in casa – Ricetta
5 (100%) 20 votes

Commenta con Facebook