Oggi scopriamo il Bulgur, un alimento davvero particolare. Senza essere necessariamente vegetariani o vegani, mangiare sano significa essere consapevoli di essere circondati da una varietà di cibi enorme; probabilmente non riusciremo neanche a provarli tutti.

Scoprire alimenti diversi dai soliti, con sapori semplici e con ottime proprietà nutrizionali può essere davvero una buona abitudine per programmare la settimana a livello alimentare.

Conoscere il Bulgur

Oggi ti voglio far conoscere il Bulgur (bulghur, boulghour).
Io lo uso sempre quando rientro da un allenamento molto lungo e intenso. E’ facilissimo da digerire ed evito così di appesantire il corpo. Il fisico così, può concentrarsi sul recupero e la ricostruzione muscolare senza dover “pensare” a digerire alimenti pesanti.

Bulgur per sportivi

Il bulgur è un’ottima e naturale fonte di sali minerali, vitamine e anche di ferro. Fai diventare questo alimento sano, importante nella tua dieta e nella tua alimentazione sportiva.

Per chi non lo conoscesse, il Bulgur è semplicemente grano duro germogliato, che subisce un particolare processo di lavorazione. I chicchi di frumento vengono cotti al vapore e dopo essicazione, macinati e ridotti in piccoli pezzetti. E’ molto diffuso in Medio Oriente. Il suo aspetto è molto simile al Cous Cous.

E’ ricco di carboidrati complessi , la benzina dello sportivo di endurance, ha una buona quantità di proteine (di medio valore biologico) ed è povero di grassi.

Il bulgur è una buona fonte di fibre . Le fibre aiutano ad aumentare il senso di sazietà, ed è ricco di vitamine del gruppo B e di sali minerali (magnesio, potassio, ferro e fosforo).

Caratteristica fondamentale del bulgur è che di facile e rapida assimilazione rispetto a tutti gli altri cereali poiché precotto. Questa caratteristica lo rende ideale per l’immediato reintegro di energia dopo un allenamento intenso.

Valori nutrizionali del Bulgur

100 grammi di questo cereale equivalgono a 342 calorie.

Con riferimento sempre ai 100 grammi, puoi notare in tabella quanto il Bulgur sia ricco di potassio e magnesio. Potassio e magnesio, sono minerali elettroliti. Indispensabili elementi necessari per la conduzione di impulsi elettrici nel corpo insieme al sodio, calcio e cloruro.

La presenza dell’uno e dell’altro elemento è strettamente correlata. Il potassio è importante per la contrazione muscolare e del muscolo cardiaco in particolare. Alla stesso modo, il magnesio svolge un simile funzione nell’organismo.

 Su 100 grammi di prodotto
342 cal
Lipidi 1,3 gr
Acidi grassi saturi 0,2 gr
Acidi grassi polinsaturi 0,5 gr
Acidi grassi monoinsaturi 0,2 gr
Colesterolo 0 mg
Sodio 17 mg
Potassio 410 mg
Glucidi 76 gr
Fibra alimentare18 gr
Zucchero 0,4 gr
Proteine 12 gr
Retinolo9 IU
Calcio35 mg
Vitamina D 0 IU
Cobalamina0 µg
Acido ascorbico0 mg
Ferro2,5 mg
Piridossina0,3 mg
Magnesio164 mg

Come preparare il Bulgur

La cottura del Bulgur è molto semplice e soprattutto veloce. Non richiede più di 10 minuti di ebollizione in acqua salata.
Per fare in modo che il bulgur mantenga tutte le sue caratteristiche nutrizionali però, bisogna avere un paio di accortezze.

Una volta messo il quantitativo di Bulgur desiderato in un pentolino, ti consiglio di aggiungergli acqua poco alla volta. Come se stessi facendo un risotto. E’ importante non disperdere l’acqua di cottura, ma farla assorbire totalmente dai chicchi.

In caso tu non abbia la possibilità di rimanere questi minuti davanti al fuoco, puoi semplicemente contare circa 300/350 ml di acqua per ogni 100 grammi di prodotto. Poi nel momento in cui tutta l’acqua sarà stata assorbita, puoi togliere il pentolino dal fuoco.
Ti consiglio di far riposare altri 5/10 minuti il bulgur cotto, con un filo d’olio, per farlo aumentare ancora un po’ di volume.

Lo puoi mettere caldo in una minestra oppure usarlo freddo per un’insalata.
Io lo adoro nel minestrone di verdure fresche, al posto dei classici riso o pasta.

E allora cosa aspetti? Provalo! E poi fammi sapere cosa ne pensi!

Le persone stanno anche leggendo